Andor, Stagione I: non sempre serve una spada laser

da Dic 13, 2022Le Ultime

Dopo 12 puntate e quasi altrettante settimane siamo arrivati alla fine di questa prima stagione di Andor; è arrivato, quindi, il momento di recensirla.

Devo essere sincero: quando questa ennesima serie TV è stata annunciata non avevo aspettative troppo alte; cosa mai poteva darci uno spin-off di uno spin-off su un personaggio di cui conosciamo già il tragico destino? Eppure, bisogna dirlo:

Andor è stata una sorpresa al pari dell’opera madre Rogue One.

Prima di continuare avviso che questa prima parte dell’articolo sarà spoiler free.

La serie con protagonista Cassian Andor è, a mio parere, la migliore serie di Star Wars, meglio di The Clone Wars e di The Mandalorian. Andor ci fa vedere una Galassia sporca, cruda, assoggettata ad un Impero più crudele che mai. Non è la prima storia che si prende la responsabilità di far vedere l’Impero come cattivo, ma Andor va ad un livello superiore: qui l’Impero viene descritto al pari di una dittatura fascista, con i soldati imperiali che hanno il via libera per fare quello che vogliono e come lo vogliono, con la consapevolezza che nessuno li può fermare; o, almeno, questo è quello che pensano loro, finché degli atti di insubordinazione in cui Cassian è coinvolto (usando un falso nome, però), non mettono in difficoltà l’Impero, non abituato ad essere contestato. Qua viene vista la nascita della Ribellione da un punto di vista popolare. Di nuovo, non è la prima volta che assistiamo alla nascita della Ribellione, la serie Rebels si basa su questo concetto, ma lì si vede l’organizzazione dell’Alleanza Ribelle, con i combattenti armati e pronti a colpire in maniera organizzata; in Andor, invece, si vede come il popolo reagisce a questi atti ribelli (che l’Impero chiama terroristi) e come la Ribellione nasce dal basso, organizzata nell’Alleanza e portata alla vittoria con la Nuova Repubblica.

Un’altra nota di merito è l’ISB, ossia l’Ufficio di Sicurezza Imperiale (Imperial Security Bureau), organizzazione che ha come scopo quello di non lasciare che gli atti terroristici, o ribelli, rimangano impuniti. Qua li vediamo all’opera mentre cercano Cassian Andor e il gruppo di Ribelli di cui fa parte; vediamo anche uno dei capi dell’istituzione che non riesce a comprendere come qualcuno possa andare contro l’Impero e l’Imperatore. Rimanendo in campo politico, non mancherà una sottotrama di una senatrice già vista in Rogue One.

Cassian Andor
Cassian Andor in una scena della serie

Questa era la mia opinione in generale sulla serie, adesso arriva quella specifica, quindi allerta spoiler.

Non ci sono molte cose da dire, Andor è la migliore serie su Star Wars se non dell’intero DIsney+. Ci sono ancora misteri da risolvere, come il discorso legato alla sorella di Cassian, oppure Mon Mothma in pericolo, senza contare la Morte Nera, che Cassian ha aiutato a costruire.

Inoltre abbiamo per la prima volta una casa di appuntamento e una scena di sesso suggerita.

Ma ora torniamo al titolo dell’articolo, non serve sempre una spada laser per fare Star Wars. Mi spiego meglio: finora le serie di Star Wars ci hanno mostrato sempre un Jedi pronto a combattere, o comunque un personaggio armato di spada laser; ma Andor ci fa vedere uno Star Wars senza spade e nonostante questo possiamo apprezzare a fondo l’universo creato da Lucas, che risulta più vero che mai. Andor è la prova che allontanarsi dalla famiglia Skywalker può e deve essere il Rinascimento di Star Wars.

Se dovessi proprio trovare un lato negativo nella serie, andando a cercare il pelo nell’uovo, è l’assenza di razze aliene, ma questo è materiale per un altro articolo.

Ma voi che ne pensate? Diteci la vostra sui nostri social.

La serie intrattiene e racconta un lato del mondo Star Wars ancora troppo poco esplorato. Ma questo ci fa emozionare ad ogni episodio. Che Andor sia Una Nuova Speranza per il futuro del franchise?

Articoli Correlati

What If #1 – Ventress in azione

What If #1 – Ventress in azione

Dopo la conversione di Qui-Gon, il Conte Dooku lascia l’Ordine dei Jedi e ordina a Ventress di assoldare Jabba The Hutt